Edizione di mercoledì 14 novembre 2018 | Notizie Fan - Redazione - Contatti - Note legali

NotizieFan.it

Notizie libere per i fan di un web libero

Roma, roghi tossici. Consigliere M5S: “Situazione ben nota, non c’è bisogno della mappa”

Roghi tossici a Roma. Tranchina del M5S: “Assenza mappatura? E’ una mistificazione ridicola, la situazione è ben nota e non c’è bisogno della mappa”

Roma, roghi tossici. Consigliere M5S: "Situazione ben nota, non c'è bisogno della mappa"

Fabio Tranchina, consigliere del Movimento 5 Stelle in Assemblea capitolina, è intervenuto ai microfoni di Radio Cusano Campus, per parlare della situazione dei roghi tossici a Roma. “Quello dei roghi tossici – ha affermato Tranchina – è un problema che risale a 25 anni fa. Dietro questo fenomeno si nasconde lo smaltimento illegale dei rifiuti, per recuperare metalli. C’è una filiera di traffico illecito che fa leva sulla povertà di un certo tipo di persone. Questo è un problema che riguarda la salute dei cittadini. C’è bisogno di un intervento forte dello Stato che ripristini la legalità. Abbiamo chiesto con una mozione di istituire un gruppo interforze per analizzare e cercare di dominare questo traffico illecito e ultimamente stiamo collaborando con la Commissione parlamentare d’inchiesta sulle periferie per arrivare ad interventi molto più incisivi”.

“Minniti con una lettera ci ha rassicurato e nella prossima riunione si parlerà anche dell’impiego dell’esercito. Il Comune di Roma da solo non ce la può fare a risolvere il problema. E’ una mistificazione dire che non esiste una mappatura dei rifiuti tossici, perchè ogni volta che i vigili del fuoco vanno a spegnere i roghi viene fatta una relazione”.

“Il problema è noto, non è una cosa nascosta. Ci sono ampie documentazioni che abbiamo già inviato alla Commissione parlamentare, non c’è bisogno della mappa, stiamo un po’ rasentando il ridicolo con queste polemiche. Alcuni roghi sono ricorrenti e noi dobbiamo andare a incidere su questi”.