Edizione di mercoledì 14 novembre 2018 | Notizie Fan - Redazione - Contatti - Note legali

NotizieFan.it

Notizie libere per i fan di un web libero

Praga, panico in città: terroristi con mitragliatrici ma è una protesta

A Praga, alcuni uomini vestiti di nero con le mitragliatrici, hanno “invaso” la città spaventando la popolazione. Tuttavia, gli uomini, facevano parte di una protesta condotta da Martin Konvicka, un’attivista politico, dichiaratamente xenofobo e fondatore di un movimento anti islam, candidato alle prossime elezioni

Praga, panico in città: terroristi con mitragliatrici ma è una protesta

Era come essere in un film d’orrore: all’inizio c’erano solo un paio di fuoristrada pieni di uomini, vestiti di nero, con le tipiche bandiere del califfato che, mentre gridavano «Allahu-Akbar», mostravano minacciosamente i loro mitragliatori. Alcuni colpi d’arma da fuoco sparati in aria ed infine un terrorista col volto coperto, sulla groppa di un cammello, che entra nel pieno centro della città. È questo il contesto in cui è scoppiato il panico e il delirio tra turisti spaventati a Praga durante domenica 21 agosto. Tuttavia “l’invasione” dei finti jihadisti dell’Isis era una simulazione: difatti, la scenetta era stata organizzata come manifestazione di protesta contro le comunità musulmane presenti nella Repubblica Ceca, ed era stata disposta da Martin Konvicka, un’attivista politico, d’orientamento xenofobo e candidato alle prossime elezioni. È stato proprio il candidato a leggere il proclama dell’Isis che obbligava la chiusura delle università e all’obbligo del velo nero per ogni donna, pena la morte. Nel giro di breve tempo, però, la polizia è intervenuta e mandato tutti a casa ponendo termine alla manifestazione.

La protesta era un esperimento
La messinscena, sebbene innocua, è stata così realistica che ha provocato ugualmente timori, alimentato inquietudini e causato caos e allarmismo. La situazione è stata poi spiegata meglio dallo stesso Konvicka attraverso i tabloid nazionali: il candidato, che da sempre critica duramente la presenza di musulmani nel Paese fondando addirittura il blocco estremista “Against Islam”, ha spiegato come la performance sia stato un esperimento che ha avuto molto successo soprattutto perché è riuscita a “svegliare” la popolazione portandola a riflettere su cosa significhino i terroristi islamici.

Intanto i magistrati cechi stanno valutando se la protesta è perseguibile penalmente mentre ha già scatenato diverse polemiche nel mondo politico: il leader dell’opposizione Petr Fiala, del partito “Civic Democrats” (ODS) ha considerato l’accaduto «inaccettabile»; il ministro dell’Interno, Milan Chovanec, appartenente al partito “Social Democrats” (CSSD) ha twittato: «Si tratta di uno show politico di cattivo gusto e piuttosto stupido». Di certo, il candidato Konvincka, non ha lasciato niente al caso: infatti, il 21 agosto, risulta essere anche l’anniversario dell’invasione dell’armata sovietica nella città di Praga avvenuta nel 1968.