Edizione di venerdì 20 aprile 2018 | Notizie Fan - Redazione - Contatti - Note legali

Paolo Sorrentino presenta a Venezia la serie ‘The young Pope’: reazioni contrastanti

Paolo Sorrentino, dopo i successi de “La grande bellezza” e “Youth”, ha ottenuto invece reazioni contrastanti a seguito della proiezione delle prime due puntate de “The young Pope”, la sua serie tv con protagonista Jude Law e prodotta da Sky, presentata fuori concorso al Festival di Venezia

Paolo Sorrentino presenta a Venezia la serie 'The young Pope': reazioni contrastanti

Dopo i fasti di “Youth – La giovinezza” e “La grande bellezza”, Paolo Sorrentino si è presentato alla 73sima Mostra Internazionale del Cinema di Venezia con un nuovo linguaggio e, questa volta, con la serie tv “The young Pope”, ambientata in Vaticano. Solo che questa volta ha raccolto reazioni contrastanti, con il silenzio in sala dopo la proiezione in anteprima e gli applausi in sala stampa: «Le reazioni? Non sono un problema mio, ma del Vaticano – ha dichiarato il regista – il mio lavoro non vuole provocare, ma raccontare le contraddizioni e le difficoltà di quel mondo affascinante che è il clero e di un prete speciale quale è il Papa». In sala sono state proiettate le prime due delle 10 puntate della serie interpretata da Jude Law e prodotta da Sky, Hbo, Canal+ e che andrà in onda su Sky Atlantic a partire dal prossimo 21 ottobre.

La trama
C’era molta attesa per questa nuova opera, presentata in anteprima mondiale fuori concorso al Festival; ma solo nell’affollata sala stampa l’accoglienza è stata trionfale. Chiaramente, si è trattato della visione delle prime due puntate e non si sa come proseguirà la trama, ma già alcuni hanno definito l’opera “disturbante”: «Per me, la serie è un lungo film di 10 ore che però segue le regole basilari delle serie tv ha detto Sorrentino – Lavorare per la tv è stato stancante, ma non traumatico, ed anche eccitante perchè per la prima volta ho potuto contare sulla dilatazione dei tempi, impossibile in un film per il cinema». Lo stile sarà quello visionario e grottesco a cui Sorrentino ci ha abituato da anni, mentre la trama vedrà questo giovane papa, cresciuto in un orfanotrofio, iniziare con un atteggiamento ultraconservatore per poi forse cambiare nel corso delle puntate.

Lascia un commento