Edizione di mercoledì 14 novembre 2018 | Notizie Fan - Redazione - Contatti - Note legali

NotizieFan.it

Notizie libere per i fan di un web libero

Il vino italiano spopola in Cina e punta sull’E-commerce

Le vendite online in Cina sono molto sviluppate, con oltre 688 milioni di utenti Internet attivi e 659 milioni di utenti iscritti a social media, Giovanni Mantovani: «Vinitaly è al lavoro per realizzare la piattaforma Italian Wine Channel, in modo da ampliare la commercializzazione online dei vini italiani»

Il vino italiano spopola in Cina e punta sull’E-commerce

L’export di vino italiano in Cina va alla grande, più che in tutti gli altri Paesi extra-Ue, e soprattutto nei primi mesi dell’anno. Nel 2016 la crescita della domanda è stata del 41,7% per il Paese del Dragone, oggi quarto principale buyer al mondo. «La nostra media di crescita in Cina è superiore a quella dell’ultimo triennio – osserva Denis Pantini, direttore di Wine Monitor Nomisma – tuttavia l’export di vino italiano nel quarto mercato mondiale è modesta. Giusto pensare a sfondare nell’e-commerce: in Cina è il secondo canale off trade, dopo la grande distribuzione». Al contrario dei paesi europei, in Cina, infatti, le vendite online, sono molto sviluppate, con oltre 688 milioni di utenti Internet attivi e 659 milioni di utenti iscritti a social media. Inoltre metà dei cinesi che ha fra 25 e 34 anni appartiene alla classe media-superiore e il 52% acquista vino online. Così, durante l’evento “E-commerce: the new gateway for italian wine in China”, tenutosi a Shanghai e organizzato da Ice con l’Ambasciata d’Italia nella Repubblica Popolare Cinese, il ministero dello Sviluppo economico e il ministero delle Politiche agricole, Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere, ha spiegato che Vinitaly è al lavoro per realizzare la piattaforma Italian Wine Channel, in modo da ampliare la commercializzazione online dei vini italiani.

«E Vinitaly – continua – da 50 anni promotore dell’internazionalizzazione del sistema vino con azioni mirate di marketing mix, intende accettare questa sfida accanto e al servizio delle aziende vitivinicole made in Italy». «Sul versante della promozione avevamo preso l’impegno a Vinitaly per essere protagonisti nella giornata del vino il 9 settembre e lo abbiamo mantenuto: il mercato cinese offre opportunità che vanno colte subito», ha aggiunto Maurizio Martina, ministro delle Politiche agricole.