Edizione di mercoledì 19 settembre 2018 | Notizie Fan - Redazione - Contatti - Note legali

Diabete, 14esima edizione della Giornata Mondiale: la prevenzione prima di tutto

La prevenzione prima di tutto. Si apre così la quattordicesima edizione italiana della Giornata Mondiale del diabete. Saranno coinvolte 500 città dal 7 al 13 novembre. Le piazze si coloreranno di blu. La novità di quest’anno interesserà gli animali. Prevenzione del diabete anche nei cani e nei gatti

Diabete, 14esima edizione della Giornata Mondiale: la prevenzione prima di tutto

Secondo gli ultimi dati stimati dall’osservatorio ARNO, nel nostro Paese il 6,2% delle persone ha il diabete. Si tratta di circa 4 milioni di italiani, ai quali se ne aggiunge un altro milione di coloro che sono affetti dalla patologia ma che ancora non ne sono consapevoli. Sommando i due dati la stima complessiva arriva a circa l’8% della popolazione adulta con proiezioni del 10% nei prossimi venti anni. Andando nello specifico: i tipi di diabete più diffusi sono due. Il diabete di Tipo 1, che si verifica prevalentemente in età pediatrica, più raramente negli adulti e negli anziani, ed è determinato da un’alterazione a livello del pancreas, che è la ghiandola che produce l’insulina. Il diabete di Tipo 2, che è la forma più frequente di diabete, si manifesta generalmente dopo i 40 anni, soprattutto in persone sovrappeso ed in popolazioni particolarmente predisposte. La sua evoluzione è lenta e priva di sintomi, ma i segnali possono essere intercettati anche con dieci anni di anticipo. Per questo gli esperti invitano alla prevenzione.

Giornata Mondiale del diabete
Saranno 500 le città coinvolte per la quattordicesima edizione italiana della Giornata Mondiale del diabete. Molte le piazze che nelle giornate dal 7 al 13 novembre si coloreranno di blu. Occhi sul diabete, questa la sigla di apertura. Il programma prevede centinaia di eventi organizzati da associazioni di persone con diabete, professionisti sanitari e istituzioni. Le strutture presenti nelle piazze saranno attrezzate per effettuare una valutazione del rischio, eseguire screening gratuiti e distribuire materiale informativo. Inoltre sono previste conferenze stampa, convegni, dibattiti pubblici, spettacoli, oltre a passeggiate, mini-maratone, fit-walking ed altre attività sportive. Durante la presentazione della Giornata mondiale, gli esperti dell’associazione, Diabete Italia onlus, sottolineeranno ancora una volta, che troppi bambini con diabete 1 arrivano tardi alla diagnosi perché medici, genitori e insegnanti non riconoscono i campanelli d’allarme della malattia.

«Il diabete in età pediatrica è solo di tipo 1. Si può solo curare, non è possibile prevenirlo, ma è essenziale accorgersi subito della malattia. Ancora oggi però i sintomi non sono riconosciuti. Se i bambini bevono tanto, fanno tanta pipì e sono stanchi potrebbero essere diabetici, è importante diffondere questo messaggio», ha sottolineato il presidente Giovanni Lamenza. «C’è anche il dimagrimento, soprattutto nell’adolescenza. Un altro elemento fondamentale da non sottovalutare nemmeno, sono i possibili “diabetici di domani”, bambini sovrappeso che hanno i primi segnali di un aumento del rischio, da scongiurare con più attività fisica e una migliore alimentazione, se possibile prima della pubertà», ha sottolineato Concetta Suraci, vicepresidente di Diabete Italia.

Prevenzione del diabete anche per cani e gatti
La novità della quattordicesima edizione interesserà i nostri amici a 4 zampe. Cani e Gatti. Per tutto novembre i veterinari organizzano incontri informativi sulla patologia, sintomi, diagnosi e prevenzione. In Italia si stima che il diabete di cani e gatti colpisca da 1 soggetto su 500 fino a 1 su 100. La patologia può riguardare animali di qualsiasi età, indipendentemente dal sesso e dalla razza. La Giornata del diabete ha il Patrocinio del Ministero della Salute, del Ministero del Lavoro e Politiche Sociali, della Croce Rossa Italiana, Anci, Coni e la collaborazione del Segretariato Sociale Rai.