Edizione di mercoledì 14 novembre 2018 | Notizie Fan - Redazione - Contatti - Note legali

NotizieFan.it

Notizie libere per i fan di un web libero

Come e quando raccogliere le arance

Come e quando raccogliere le arance

Le arance? Sono sicuramente agrumi facili da cogliere dall’albero del proprio giardino ma non tutti sono a conoscenza delle principali indicazioni che bisognerebbe tenere a mente per poter ottenere il meglio da questa raccolta. Ma quando raccogliere le arance brasiliano o le altre varietà di questo prelibato frutto?

Recenti studi ci confermano innanzitutto che non esiste una risposta univoca a quanto sopra, considerato che i tempi di raccolta delle arance variano a seconda della varietà dello stesso agrume. Ad ogni modo, potenzialmente la raccolta delle arance può avvenire in qualsiasi momento, da marzo a dicembre o gennaio: è dunque utile sapere quale varietà di arancia si sta coltivando, al fine di determinare il momento giusto per la raccolta.

Per esempio, le arance di Valencia sono pronte per la raccolta in un periodo che va da marzo a ottobre, mentre le tipiche arance clementine sono pronte nel mese di ottobre, e quelle “tradizionalmente” dolci sono pronte per la raccolta da novembre a febbraio. Dunque, se volete scoprire quando procedere con la raccolta delle arance, iniziate a cercare di capire quale sia il tipo di agrume: così facendo avrete già un suggerimento di massima su quando il frutto è pronto. In generale, la maggior parte della raccolta delle arance avviene tra la fine di settembre e l’inizio della primavera.

Detto ciò, è bene concentrarsi sul sapere come raccogliere un’arancia matura. Di fatti, il colore non è sempre un indicatore affidabile della maturazione di un’arancia. Controllate dunque le arance, assicurandovi che siano sufficientemente mature, prive di muffa, funghi, o macchie. Scegliete un’arancia da raccogliere che profuma di dolce, di fresco e – naturalmente! – di agrumi. Il modo più sicuro per poter effettuare una buona raccolta è quella di assaggiare uno o due frutti prima di effettuare la raccolta sull’intero albero. Ricordate che gli agrumi non continuano a maturare una volta tolti dall’albero.

Per raccogliere le arance, afferrate semplicemente il frutto maturo in mano e attorcigliatelo delicatamente fino a quando il fusto si stacca dall’albero. Se il frutto è troppo in alto, usate una scala per salire un po’ più su, sempre in condizioni di sicurezza, e agitate dolcemente i rami per allentare il frutto.

Ancora, se le bucce delle vostre arance tendono ad essere molto sottili e, quindi, facilmente “strappabili”, è meglio usare dei tosatrici per tagliare i gambi. Andare avanti e raccogliere i frutti che sono caduti dall’albero al suolo. Ispezionare la buccia e rinunciate a qualsiasi arancia che ha ferite aperte.

Chiarito ciò, potete dunque cercare di pianificare la vostra raccolta. Se è la prima volta che la effettuate, prendetevi tutto il tempo utile: vi renderete probabilmente conto che impiegherete un po’ di più di quanto preventivato e… è del tutto normale, considerato che vi sarà richiesta una attenzione aggiuntiva per esaminare con maggiore consapevolezza ogni frutto. Potrebbe inoltre essere utile – almeno per la prima volta, e se il vostro terreno di agrumi è abbastanza ampio – richiedere l’intervento di un esperto che possa accompagnarvi in questo tentativo.